Pillole di illCare – Omega 3

Salve a tutti e bentornati alle pillole di illCare oggi parleremo di Omega tre. Gli Omega 3 sono acidi grassi cosiddetti “essenziali”.Cosa significa essenziali? Significa che sono fondamentali per il nostro stato di salute e di benessere, ma che il nostro organismo non può produrre da solo. Devono essere per forza introdotti attraverso la dieta quindi alimenti oppure integratori. Gli acidi grassi Omega 3 più importanti sono l’ecosapentaenoico, acido docosapentaenoico e l’acido alfa linoleico questo qui può essere convertito in ecosapentaenoico e docosapentaenoico dal nostro organismo. Per rapidità chiameremo il docosapentaenoico DHA e l’ecosapentaenoico in EPA.

Sono acidi grassi che troviamo principalmente nell’olio di pesce nel pesce azzurro come per esempio le aringhe acciughe, ma lo troviamo anche in alcuni alimenti vegetali, quali per esempio le mandorle e le noci, l’olio di lino che contiene più acido linoleico e quindi molto importante andare ad aumentare il consumo di questi alimenti che purtroppo nella nostra dieta sono un pochino bistrattati perché si tende a consumare più carne rispetto al pesce è quindi importante favorire il consumo di Omega 3 e avere un rapporto che sia uno a quattro con gli Omega 6 quindi quattro parti di Omega 6 e una parte sola di Omega 3 attualmente noi abbiamo un’alimentazione che tende ad essere dodici per gli Omega 6 e solamente uno per gli Omega 3 gli acidi grassi Omega 3 sono essenziali lo sono essenziali anche gli Omega 6 entrambi non possono essere prodotti dal nostro organismo c’è da dire una grossa differenza tra questi due acidi grassi mentre gli Omega 3 sono antiinfiammatori gli Omega 6 sono nella maggior parte dei casi pro infiammatori per esempio l’acido  arachidonico è un acido grasso che tende ad aumentare lo stato di infiammazione tutto questo come avviene avviene grazie alla produzione degli eicosanoidi differenziamo quindi eicosanoidi buoni che sono quelli appartenenti agli Omega 3 e gli eicosanoidi cattivi che sono quelli che vengono costituiti a partire dagli Omega 6 gli eicosanoidi non sono altro che delle sostanze ormonali che svolgono un’attività paracrina quindi alle cellule vicine sono in grado quindi di aumentare o diminuire lo stato di infiammazione in base alla loro produzione. Gli Omega 3 sono in grado di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari gli iniziali studi sugli Omega 3 sono partiti sugli eschimesi, gli eschimesi hanno una incidenza di patologie cardiovascolari veramente bassi si è visto che tale protezione contro patologie cardiovascolari ictus o eventuali infarti sono determinati dall’aumento del consumo di pesce si è visto infatti che nelle diete gli eschimesi vi è un maggiore apporto di Omega 3 rispetto alla popolazione europea andando ad apportare un aumento dell’omega 3 noi riusciamo ad ottenere gli stessi benefici che hanno usufruito gli eschimesi negli anni. A livello cardiovascolare si è visto che un consumo sistematico e comunque costate di Omega 3 a partire dal pesce o sotto forma di integrazione aiuta a anche a ridurre sia i livelli LDL ma anche di trigliceridi dal punto di vista visivo tende a migliore le prestazioni dei nostri occhi e a ridurre le maculopatie determinate con l’avanzare dell’età e si è visto da recenti studi che il consumo di Omega 3 tende a migliorare la nostra attività celebrare infatti tende a ridurre il rischio di un aumento del declino cognitivo che è normale con l’avanzare dell’età ed è benefico per tutte quelle patologie neuro degenerative quali l’Alzheimer o il Parkison. Altri studi recenti ci dimostrano che l’assunzione di Omega 3 è preventiva per alcuni tumori principalmente quelli del colon, avendo un’attività anti infiammatoria gli acidi grassi Omega 3 svolgono un importante funzione non solo in tutte le patologie autoimmuni dove c’è un aumento dell’infiammazione quali per esempio l’artritereumatoide ma sono molto importanti anche in soggetti sportivi dove andiamo a stressare le articolazioni appunto per via dell’attività fisica o per il lavoro che svolgiamo un’assunzione di Omega 3 maggiore significa andare a aiutare le articolazioni a ridurre lo stato di infiammazione, ma gli Omega 3 hanno anche dei contro non sono solo dei pro per esempio non possono essere utilizzati con molta attenzione da persone che utilizzano farmaci anticoagulanti perché tendono ad aumentare la fluidità del sangue, aumentano anche il rischio di avere degli sbalzi glicemici, perché gli Omega 3 entrano nella funzionalità glicemica quindi è possibile che insieme ad altri farmaci per diabetici andiamo a modificare la glicemia quindi è molto importante richiedere sempre il parere di un medico prima di assumere integrazione con Omega 3. Vi ricordo che sono solamente dei consigli e per questo chiedete informazioni al vostro medico di base, nutrizionista, dietista oppure dietologo.

Ci vediamo alla prossima puntata delle Pillole di illCare.

 

It's only fair to share...Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento